CONSIDERAZIONI A CONCLUSIONE DELLA STAGIONE
Vorrei a conclusione dell’attività sportiva 2006-2007 della Pallanuoto Carpi fare un breve resoconto di tutto ciò che è successo durante questa bella stagione sportiva e anche esprimere i miei più sentiti ringraziamenti.

Parto dai più piccoli, gli Acquagoal, che quest’anno hanno girato in lungo e in largo tra l’Emilia, la Romagna e la Lombardia per poter fare il maggior numero di partite possibili, e ovviamente un ringraziamento va ai loro genitori che, chi già abituati, chi alla prima esperienza, si sono macinati chilometri su chilometri, tra San Giovanni in Persiceto, Codigoro, Crema, Piacenza e Busto Arsizio. Vorrei segnalare che su questa Categoria dovremo assolutamente puntarci e sviluppare il progetto “baby-pallanuoto”, (chi ci ha lavorato sulle Categorie giovanili ha visto come i piccoli acquagoal abbiano poi ripagato appieno tutte le energie spese), e spendere molte più tempo, passione, forza, vitalità e dedizione, sia al nostro interno che all’esterno, cercando di creare finalmente un Campionato vero e proprio anche qui da noi in Emilia-Romagna, non dovendo più essere costretti a massacranti trasferte in Lombardia. Comunque nel complesso voglio complimentarmi con Nicola che ha ben lavorato e gettato buone basi, molti dei suoi atleti potranno diventare dei giocatori seri. Le aspettative sui piccolini sono veramente grandi, ricordo per chi non ne fosse a conoscenza, che questi atleti sono veramente piccolini, è un gruppetto che va dai nati nel 1996 ai nati nel 2000 e, ricordo anche, come il loro allenatore sa bene, sono anche impegnativi da gestire, coordinare e indirizzare (vedasi Petardo, Lollo Frank e Willy sopra a tutti). Comunque proseguendo, non faccio un resoconto delle partite vinte o perse perché non avrebbe alcun senso, (e onestamente per questa Categoria, ma anche per altre l’importante non è certo se hanno vinto o perso, ma che si siano divertiti e si siano appassionati al nostro sport) posso dire che gli spunti per visione di gioco, approccio alla partita, concentrazione, dedizione e le prime basi di tecnica questi piccolini le hanno avute, poi ovviamente qualche partita l’hanno vinta e qualche partita l’hanno persa.

Altro step, gli Esordienti: posso riconoscere che la squadra di quest’anno è stata seriamente rimaneggiata rispetto alla stagione trascorsa, molti validi elementi sono passati alla Categoria Ragazzi, e i capaci atleti rimasti, hanno veramente creduto nelle loro possibilità e il quarto piazzamento in Regione (su otto squadre partecipanti), se lo sono meritatamente conquistato. Ci tengo a precisare che gli elementi forti in questa squadra ci sono, e alcuni, per conoscenze tecniche e per impegno sono stati parte attiva della rosa della Categoria Ragazzi e quindi sono stati convocati anche a disputare il Campionato con questa Categoria. In questa stagione poi abbiamo visto più che in altre, anche le “ragazzine” le quali ci sono e hanno un loro ruolo ben definito all’interno di questa squadra. Faccio poi complimenti ai nuovi, i nati nel 1995, che se da subito sono stati un po’ titubanti, poi durante la stagione, si sono ritagliati il loro spazio e hanno eseguito un gioco di squadra attivo. L’unico rammarico riguarda il Campionato che come stà succedendo ormai di consueto negli ultimi anni inizia sempre troppo avanti nel corso della stagione sportiva e impone un ritmo elevato nella disputa delle partite. Argomento allenatore, Jacopo nel suo ruolo ha ben figurato, come anche in quello di talent-scout e spero che continui a trasmettere la voglia e la fiducia in se stessi ai ragazzini e alle ragazzine, come ha fatto in tutti questi anni.

Per i Ragazzi posso confermare che sono molto maturati, ho potuto rivedere anche estro e destrezza e i confronti col passato si sprecano, lo Iava che pulisce il set da tutte le posizioni della vasca esiste dopo 14 anni di distanza, e per fortuna quello degli anni 2000 posso anche dire che nuota e parte in contro-fuga: si stò parlando di lui, non ci avrei mai creduto neanche io ad inizio stagione, eppure è successo e non come episodio a sé stante... bravo Perani. Poi abbiamo il piccolo Malvez che para tutto o quasi, il piccolo Cocco che tecnicamente non nuota correttamente come l’esempio di cui sopra, perché la battuta di gambe è praticamente assente e la bracciata a stile (braccio sinistro) non si può certo dire che venga eseguita in maniera corretta, però prende le espulsioni sotto la porta e tira in maniera impeccabile i rigori, il “piccolo” Tinti che va in boa, il piccolo Nicola che gioca in posizione 1 e fa il regista della squadra, e poi tanti altri che ricordano i miei ex-compagni di squadra, squadra che perse il campionato di allora perché fu battuta di un solo goal dalla fortissima UISP Bologna. Bando ai ricordi, continuo: il Campionato è stato suddiviso anche quest’anno in 2 fasi, la prima per posizione geografica, Emilia e Romagna, dove come sempre per ogni stagione sportiva dobbiamo lottare con le grandi, (ci sono tre grandi in Emilia e una sola in Romagna), quest’anno però una delle “grandi” siamo stati noi, o per meglio dire, sono stati i Ragazzi, ottenendo la seconda posizione dietro alla Coop Parma e battendo Reggiana Nuoto, Modena Nuoto, Pol. Olimpia Vignola e Pol. Futura Finale Emilia. Poi la seconda fase del Campionato è continuata con i quarti di finale incrociati con le squadre della Romagna. Piazzamento finale sesta squadra in Regione su tredici. Menzioniamo anche in questo caso, che il buon lavoro dell’allenatore, Pepe, ha portato i suoi frutti.

Discorso a parte lo merita la Categoria Allievi che ha subito un rimaneggiamento di rosa nella fase della preparazione. Posso ampiamente fare la seguente considerazione: BRAVI! Ognuno di voi si è sentito molto più responsabilizzato e ha contribuito alla crescita mentale di tutto il gruppo. Una nota di merito la possiamo fare al Capitano che in molte occasioni ha salvato la porta e il risultato anche nei confronti di realtà molto più piccole di noi, che ci hanno fatto sudare freddo (vedi la partita contro la Pol. Futura a San Giovanni in Persiceto). Sicuramente la crescita mentale è stata una conseguenza della dipartita verso la S.S. President di Vito che ha intrapreso il Campionato Allievi Nazionale, ma penso che abbia inciso molto il vostro allenatore ed anche i vostri 17 anni, oramai siete diventati grandi... Buono il piazzamento ottenuto in Campionato, un quarto posto meritato su nove squadre partecipanti, l’unico rammarico la data di conclusione, il 29 aprile veramente troppo presto.

Per quanto riguarda la Serie-C Femminile posso dire che quest’anno la normativa federale ci ha aiutato, evitando trasferte chilometriche come nelle 2 passate stagioni dove siete andate a giocare nelle Marche e nel Veneto. Quest’anno cambio di allenatore e vice-allenatore, Iava e Malvez al posto dei fautori delle rinascita di questa avventura/squadra, Lello e Strava. Purtroppo anche le donne hanno avuto defezioni, Pia che è andata a giocare presso la RariNantes Bologna e Federica che ha giustamente deciso di fermarsi per le gioie della maternità... Un plauso alle piccole che oltre ad aver disputato il Campionato Esordienti sono state convocate anche a disputare le partite con le “ragazze grandi”, le menziono perché se lo meritano e saranno il vostro futuro: Benny, Arianna, Luisa e Simona. Devo fare i complimenti per la più bella partita che ho visto, quella in casa contro la RariNantes Piacenza dove avete vinto 16 a 14, peccato solo che quei 2 goal non siano stati sufficienti a farvi passare di diritto nel girone di Cremona per lo spareggio per la Serie B. Anche quest’anno avete raggiunto la seconda piazza, spero che la prossima stagione vi regali qualcosa in più. Un plauso a tutte quante, a quelle che per motivi personali, di lavoro o di studio ci sono state poco in piscina a quelle che ci hanno dato l’anima, a quelle che son venute il martedì o il mercoledì sera da Vignola per fare allenamento e a quelle che per motivi di studio non hanno potuto disputare la partita contro la Canottieri Milano...

Un grazie particolare va alla Serie-D che ha mancato di un soffio il secondo posto, ed anche il piazzamento in testa alla Classifica, sulla carta la squadra più forte del campionato posso dire che erano sicuramente questi ragazzi. Purtroppo gli orari di allenamento e altro, hanno inciso. Comunque un GRAZIE per essere stati i portacolori di questa società per molti anni, è il minimo...

Della Categoria Master penso ci sia da dire che l’allenatore è sempre quello da anni..., come anche i giocatori che sono ormai sempre quelli da anni... A parte gli scherzi, quest’anno hanno raggiunto la terza posizione nel Campionato più bello del mondo. Peccato solo che non si avanzi mai di Categoria.

Passo ai RINGRAZIAMENTI. Ricordo che anche quest’anno, come nella passata stagione abbiamo avuto uno dei nostri giovani atleti che ben figurando, ha ottenuto la convocazione per il Torneo delle Regioni di Anzio di inizio luglio; quest’anno il convocato è stato Usocchi Enrico e nella passata stagione Andreoli Matteo.
Siamo stati finalmente in grado, dopo alcuni anni, di organizzare un Torneo a Carpi, nella giornata di domenica 27 maggio, sia per la Categoria Acquagoal che per la Categoria Esordienti. Dopo molte vicissitudini dovute a disguidi interni, come la presenza degli allenatori, abbiamo ottenuto dall’esterno un plauso da tutti i partecipanti per l’ottima organizzazione e gestione della manifestazione, il tutto sempre realizzato grazie alla valida preparazione di tutti coloro che da dietro le quinte hanno organizzato e aiutato prima, durante e dopo l’evento.
Per il terzo anno consecutivo abbiamo ripetuto l’esperienza dello “Stage Acquagoal” nel mese di giugno, terminata la scuola, dove per 2 settimane sul modello di campo giochi per tutta la giornata i bambini hanno potuto frequentare la piscina svolgendo giochi e attività di pallanuoto. Lo Stage è stato indirizzato ed ha visto la partecipazione sia di bambini esterni, che dei nostri piccolini. Faccio le più gradite congratulazioni A TUTTI GLI ATLETI, ma proprio a tutti, senza escludere nessuno, sia quelli con i quali ci sono stati dei piccoli screzi, sia a quelli coi quali c’è stato forse anche troppo affiatamento. Ringrazio partendo sempre dai più piccoli, gli Acquagoal, che anche quest’anno si sono affacciati numerosi al nostro bellissimo sport, e come tutti speriamo, diventeranno il nostro presente nel futuro, fino ad arrivare ai più vecchietti, i Master, che le loro lunghe stagioni agonistiche le hanno già vissute, ma che non vogliono ancora appendere la calotta al chiodo.
Ringrazio chi è passato senza troppo fermarsi, e me ne dispaccio, e chi si è fermato e ci crede tantissimo.
Ringrazio tutti quelli che ci hanno creduto e ci credono nella nostra piccola Società, che in questi anni, è inutile nasconderlo, è cresciuta veramente tanto diventando, uso una citazione “maggiorenne e vaccinata”.
Ringrazio tutti coloro che sono andati verso società più blasonate per tutto quello che hanno dato, e ringrazio chi è già venuto e chi ritornerà da altre società blasonate per dare. Ringrazio chi ha deciso di non lasciarci e chi non ci lascerà, per intraprendere nuove avventure verso altre società, le quali purtroppo non hanno ancora capito come si fa a collaborare (sicuramente non cercando di prenderti l’atleta durante un normale orario di allenamento).
Ringrazio tutti coloro che hanno duramente lavorato in orari di allenamento praticamente impossibili (vedi gli orari serali/notturni), e chi negli orari pomeridiani si è ritrovato forse a non capire bene in quale squadra dover svolgere il normale allenamento, forse ce n’erano veramente troppe (vedi il sabato).
Ringrazio TUTTI I GENITORI E TUTTE LE FAMIGLIE che hanno acconsentito ai rispettivi figli di praticare questo sport che li ha impegnati praticamente tutti i week-end da settembre a giugno feste e ricorrenze comprese (vedi gli Andreoli, i Franchini e i Mariotti).
Ringrazio IL PRESIDENTE E IL CONSIGLIO che ci hanno appoggiato e ci appoggeranno in tutte le nostre scelte, anche quelle più azzardate.
Ringrazio I DIRIGENTI che hanno lavorato e si sono battuti per tutti gli atleti, sia quelli che hanno lavorato molto in piscina e sono stati più visibili e a contatto con gli atleti e con il “mondo” piscina, sia chi ha lavorato molto sottobanco, senza farsi riconoscere.
Ringrazio TUTTI GLI ALLENATORI che hanno svolto in modo serio o più o meno creativo il loro lavoro, riuscendo comunque a portarsi a casa un risultato. Li ringrazio comunque tutti, sia quelli che con me e la Società si sono trovati bene, che quelli coi quali sono nate scintille..
Ringrazio TUTTE LE ALTRE SOCIETA’ contro le quali sportivamente ci siamo confrontati in tutti e 7 i Campionati disputati: Acquagoal, Esordienti, Ragazzi, Allievi, Serie-D, Serie-C Femminile e Master.

Resp. Settore Pallanuoto
Sgarbi Roberto

Archivio


 

è una produzione Cocconet www.cocconet.it BY  Fox www.foxcomunication.it