Resoconto degli ACQUAGOAL della Cabassi Carpi al 2° Haba Waba Festival 2009
Anche quest’anno i piccoli Acquagol della Nuoto UISP S.Cabassi Carpi Pallanuoto hanno partecipato alla manifestazione europea di pallanuoto “Haba Waba Festival 2009” organizzato dalla LEN (Ligue Europeenne de natation) e dalla Waterpolo Development che si è svolto a Lignano Sabbiadoro (UD) presso il villaggio GE.TUR dall’1 al 5 Luglio.

La lista dei convocati dall’All. Colarusso Nicola e dal DS Roberto Sgarbi: Gabriele Leonesi, Cristiano Campolongo, Matteo Dondi, Andrea Girolamodibari, Francesco Iorio, Edoardo Caiumi, Alex Ferrari (assente per infortunio), Lorenzo Franchini, Filippo Golinelli, Samuele Zanardi, Christian Veronesi, Lorenzo Manfredi (Capitano), Riccardo Andreoli (Vice Capitano).

Ben 32 le squadre partecipanti al torneo riservato ai nati negli anni 1998 e seguenti fra cui le società:
Vigevano Nuoto, Vicenza PN, SM Verona, PN Trieste, Rappresentativa Toscana, Simply Sport Pescara, RN Savona, Rappresentativa Sardegna, Roma Pallanuoto, Rapallo, Posillipo, PN Levante, Plebiscito Padova, Gryphus Perugia, Lavagna 90, Latina Pallanuoto, Fiorentina, Cabassi Carpi, RN Bologna, RN Bogliasco, RN Arenzano, Acilia Sport Roma (ITA), Vouliagmeni (GRE), Poble Nou (SPA), Rappresentativa Montenegro (MNE), Marseille (FRA), Lugano PN (SVI)

Tutte le squadre sono state suddivise in 8 gironi da 4 squadre ciascuno per le quali erano previste 3 partite che avrebbero determinato la classifica del girone stesso. I piccoli carpigiani erano inseriti nel difficilissimo girone D insieme a Latina Pallanuoto, PN Levante “Alligatori” e la detentrice del titolo Vuliagmeni “Delfinia”.

Nella prima gara della prima giornata la Cabassi Carpi si scontra contro gli amici del Latina Pallanuoto imponendosi per 12-2 e imponendo il proprio gioco fatto di azioni in velocità e inserimenti molto efficaci. Contemporaneamente anche i ragazzi del Vuliagmeni vincevano contro il Levante “Alligatori” per 9-3 andando così a dividere il primato del girone con i piccoli carpigiani. Nel pomeriggio si svolge poi la seconda gara che vede il Carpi affrontare proprio il Levante “Alligatori” (la pluri-blasonata scuola pallanuoto delle società Recco e Camogli). La partita si rivela difficile, ma i piccoli acquagoal carpigiani sono assolutamente determinati e concentrati e non concedono nulla agli avversari che devono piegarsi al risultato finale di 9-5 per i carpigiani. Nell’altra sfida fra Vuliagmeni e Latina non c’è storia e la compagine greca si impone per 13-4 consolidando il primo posto del girone proprio con i nostri piccoli atleti.

Nella seconda giornata di gare si disputa l’ultima sfida del girone che decreterà il primo e secondo posto grazie allo scontro diretto tra le capoliste Vuliagmeni e Carpi. La partita è di quelle che sulla carta non hanno storia, da una parte la compagine greca vincitrice lo scorso anno e dall’altra parte la Cabassi Carpi che però non ha nessuna intenzione di scendere in campo già sconfitta. E la partita dimostra proprio che lo spirito combattivo dei piccoli carpigiani paga, infatti lo scontro è bello da vedere dagli spalti e intenso in acqua dove il risultato rimane in bilico per tutto il primo tempo. Nel secondo tempo, la maggiore prestanza fisica dei greci e la maggiore esperienza vengono fuori e il risultato finale è a favore del Vuliagmeni per 9-5. I nostri atleti escono dall’acqua tra gli applausi degli avversari e degli allenatori, consapevoli di aver dato il 100%.

La fase a gironi si conclude quindi con la classifica: Vuliagmeni “Delfinia” 9, Cabassi Carpi 6, PN Levante “Alligatori” 3, Latina Pallanuoto 0. A questo punto hanno inizio gli scontri a eliminazione diretta che vedranno la Cabassi Carpi scontrarsi nei sedicesimi di finale con la fortissima Pescara 1.

I ragazzi di Mr. Colarusso e Sgarbi sono molto tesi e sanno che si giocano la permanenza al Torneo, ma la loro determinazione fa si che la sfida è di quelle da non perdersi. Parte subito forte il Carpi che cerca di imporre il proprio gioco in velocità andando ben presto a segno e portandosi in vantaggio. La risposta del Pescara è immediata come immediato arriva il sorpasso. Alla fine del primo tempo il risultato è di 3-2 a favore dei piccoli pescaresi. Il Carpi però non si dà pervinto e con uno strepitoso inizio di secondo tempo fa prevalere il proprio orgoglio segnando una strepitosa tripletta e portandosi sul 5-3. Nella seconda parte i piccoli carpigiani sono sopraffatti dalla stanchezza che ne appanna le azioni in attacco e in difesa concedendo agli avversari i 2 gol che determinano il pareggio 5-5 alla fine del tempo regolamentare. Inutile un tiro finito in rete da parte dei pescaresi sul finire del tempo perché già terminato da almeno 10 secondi. Si va dunque ai rigori… La tensione è decisamente palpabile per entrambe le formazioni e i piccoli carpigiani dimostrano grande coraggio e voglia di combattere fino all’ultima possibilità. Inizia dunque la prima serie di 3 rigori: dai 4 metri vanno a battere Andreoli, Franchini e Veronesi, tutti a segno proprio come i loro avversari. Si va allora ad oltranza e Mr. Colarusso decide di inserire anche Girolamodibari che segna il 4° rigore come il suo avversario Pescarese. Va allora Veronesi che purtroppo vede il tiro stamparsi contro la traversa mentre il suo avversario infila l’ultimo e decisivo rigore. Vince il Pescara 1 per 10-9 e la Cabassi Carpi viene eliminata con grandissimo onore e con i complimenti di tutta la tribuna, dell’allenatore avversario e di tutti i ragazzi pescaresi.

Si conclude dunque ai sedicesimi di finale l’avventura dei piccoli Acquagoal carpigiani al Haba Waba Festival 2009 anche se a sentire allenatore e direttore sportivo sembra più una vittoria che una sconfitta.
“Sono assolutamente molto orgoglioso dei miei ragazzi perché hanno giocato al massimo delle loro possibilità, a volte superandole con una grinta e una determinazione mai viste nel corso della stagione regolamentare. Ci siamo misurati con società molto più blasonate di noi e con bambini che si allenano 5-6 ore alla settimana, ma non abbiamo mai sfigurato, anzi, ci siamo sempre misurati alla pari dimostrando che il lavoro tecnico-educativo intrapreso anni fa va nella giusta direzione. Certo uscire dal torneo ai rigori è stato davvero brutto e le lacrime dei miei ragazzi mi hanno davvero commosso e dimostrato quanto ci tenessero ad andare avanti e dimostrare a tutti che anche la piccola Cabassi Carpi aveva qualcosa da dire”, così l’Allenatore Colarusso al rientro dell’avventura, e continua dicendo: “Voglio ringraziare tutti bambini che hanno partecipato perché mi hanno davvero reso molto orgoglioso di loro e i loro genitori che ci hanno dato fiducia e ci hanno permesso di partecipare a questa e ad altre manifestazioni durante tutta la stagione. In ultimo un ringraziamento alla Società S.Cabassi, soprattutto al DS Roberto Sgarbi, che negli ultimi anni si sta impegnando oltre misura nel settore giovanile, dandoci la possibilità di uscire dalla regione e di partecipare a queste meravigliose manifestazioni.”
E proprio dalla voce del Direttore Sportivo della Cabassi Carpi Pallanuoto al seguito della squadra al torneo, Roberto Sgarbi, arriva il commento della Società Carpigiana sempre più conosciuta fuori regione: “Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti da questi bambini che, ricordiamolo, hanno dai 9 agli 11 anni e che possono già vantare partecipazioni a manifestazioni di carattere europeo. Sono molto soddisfatto anche del loro comportamento dentro e fuori dall’acqua, a dimostrazione che l’aspetto educativo deve andare a braccetto con quello tecnico-sportivo. I complimenti delle altre Società ci gratificano e ci danno la forza di continuare su questa strada perchè puntare sui giovani sin da piccoli è la nostra mission. Faccio un ringraziamento finale ai genitori di questi piccoli atleti che hanno consentito ai loro figli di vivere questo importante momento agonistico e di socializzazione e all’Allenatore Colarusso Nicola per aver portato la piccola squadra Acquagoal a questo ottimo risultato”.

Archivio


 

è una produzione Cocconet www.cocconet.it BY  Fox www.foxcomunication.it